Salta alla selezione di griglie dei prodotti

Quiksilver utilizza i cookie per fornire offerte e servizi personalizzati. Continuando a navigare su questo sito web si accetta l’utilizzo dei cookie.  Per ulteriori informazioni consulta la nostra Politica sulla Privacy e la nostra Politica sull'uso dei cookie.

Chiudi

  • MASCHERA PROTETTIVA IN OMAGGIO -

    SCOPRI DI PIÙ*

    Maschera protettiva in omaggio*

     

    ** Offerta valida per l’acquisto di almeno 79€ in prodotti della nuova collezione autunno/inverno 2020, ad eccezione dei prodotti già in sconto. La maschera sarà caricata automaticamente nel carrello. Offerta di una maschera per ordine (EQYAA03993- xkkw), fino a esaurimento scorte. Offerta esclusiva on-line.
  • CONSEGNA GRATUITA -

    Maggiori informazioni

    CONSEGNA GRATUITA

     

    EPER TUTTI GLI ORDINI SENZA MINIMO DI ACQUISTO GRAZIE AL BOARDRIDERS CLUB
    .
  • RESI GRATUITI -

    RIMBORSO DEI COSTI DI RESTITUZIONE CON PAYPAL - SCOPRI DI PIU

Home > Surf > > Da Scoprire

Quali sono gli ingredienti di un film di surf moderno?

Dipende. Alcune produzioni consistono in alcune sessioni in qualche spot vicino a casa, filmate da un amico. Altre richiedono anni e costano un occhio della testa. E tra questi due estremi si nasconde un intero universo.

Ecco alcuni degli ingredienti che hanno creato Soft Serve, l’ultima fatica di Kael Walsh e Wade Carroll:

Due viaggi in Indonesia. Quattro mareggiate in Australia occidentale. Un ciclone. Sei tavole da surf distrutte. Qualche crisi. Una caviglia slogata.

Quest’ultima ha svolto un ruolo cruciale in Soft Serve. I primi giorni del secondo viaggio in Indonesia Kael, solo 20 anni di età, stava dando il meglio di sé quando l’infortunio ha messo fine a tutto. Puoi solo immaginare che cosa avrebbe combinato se non si fosse fatto male alla caviglia. O forse è meglio se ti gusti Soft Serve e prendi spunto per la tua prossima uscita in surf.

Sentiremo ancora parlare di Kael. E magari la prossima volta andrà tutto liscio come l’olio.

Chi è Kael Walsh?

L’abbiamo chiesto direttamente a lui. La risposta alle nostre insolite domande è arrivata per la maggior parte in forma di bisbiglio.

Ecco che cosa ne abbiamo dedotto: i suoi surfer preferiti sono Rolando “Rolstie” Mortes e Dane Reynolds. Il suo colore preferito è il giallo, il suo cibo preferito sono le uova alla benedict. Il suo film preferito è Fight Club, il suo gusto di gelato preferito è il tiramisù. La sua posizione sessuale preferita è la pecorina. Il suo spot preferito è North Point.

Alla fine, di se stesso ha detto questo:

“Non saprei. Penso di essere un ragazzo che vorrebbe un giorno diventare il surfer preferito di qualcuno.”

« Mi piace andare in surf con Kael perché non ha paura di provare cose veramente grandi — se si trova davanti a un’onda bella tosta o a un tubo da paura, non ci pensa due volte e si lancia. In più, passare del tempo con lui è sempre divertente »

Mikey Wright

Soft Serve - A surf Movie by Kael Walsh & Wade Carroll